Celiachia: conosciamola meglio

 
Conoscerla significa vivere meglio

La celiachia è una malattia dovuta all'intolleranza alla gliadina: una particolare frazione del glutine. L'intolleranza si manifesta con un malassorbimento intestinale generalizzato dovuto all'ingestione di cereali e derivati come: grano, orzo, avena, farro, segale, grano Khorasan (commercializzato come Kamut® ), spelta e triticale.

Nei pazienti che non seguono una dieta priva di glutine compaiono dolori addominali, diarrea con steatorrea, calo ponderale, anemia, e carenze vitaminiche; ma spesso, soprattutto in età adulta, la celiachia si manifesta con sintomi "vaghi" come ad esempio: dolori articolari, stanchezza cronica e depressione.

In Italia la patologia è frequente in quanto ne è soggetta 1 persona ogni 100, un fenomeno in costante aumento con circa 10.000 nuove diagnosi ogni anno.

Solitamente la celiachia si manifesta nei bambini tra il quarto mese e il terzo anno di vita, tuttavia, non sono rari i casi in cui l'affezione si manifesti solo in età adulta.

Un fattore molto importante per individuare un'intolleranza al glutine, oltre alle consuete analisi di screening per la diagnosi, è sottoporsi ad un'alimentazione che escluda rigorosamente questa proteina. Se non riconosciuta o trascurata, la celiachia porta ad un cattivo assorbimento dei nutrienti, danni ai tessuti dell'intestino ed altre severe complicanze. Percui una dieta priva di glutine è, per il celiaco, l'unica terapia per raggiungere e mantenere il proprio benessere.

prodotti in vetrina
 

occasioni